FribbyNetwork                                     Fribby.net                                    sottocos.to                                    ContoPerConto.it                                    gat.to            

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Scarica l'App Android

Abbonati alla Newsletter

Abbonati ai Feed RSS

Genius Card di Unicredit

Genius Card
Oggi vi presentiamo una carta prepagata, con tutte le funzioni di un conto corrente: Genius Card di UNICREDIT.

La carta GENIUS è una carta prepagata (carta di debito) con cui è possibile prelevare da tutti i bancomat del gruppo UNICREDIT, versare attraverso i bancomat evoluti del gruppo, pagare nei negozi convenzionati con il circuito Mastercard, ma che può anche ricevere e inviare bonifici, accreditare lo stipendio e domiciliare le utenze tramite RID; non è insomma una semplice carta ricaricabile.

Dove si ritira e quali sono i costi

Per richiedere la card Genius potete fissare un appuntamento in filiale oppure fare la richiesta online e riceverla direttamente a domicilio collegandosi a questa pagina. Dovrete inserire un indirizzo e-mail valido, i propri dati personali e di corrispondenza.
La card ha una durata di 4 anni, allo scadere di questo tempo potrete richiederne un’altra alle stesse condizioni.
Sulla carta è stampato il codice IBAN abbinato alla stessa potrete ricevere bonifici semplicemente comunicando questo numero, come se si trattasse di un comune conto corrente.

La carta costa 3€ al mese, ma per chi ha meno di 27 anni è completamente gratis. Un costo basso per tutte le possibilità che offre, considerando anche che l’imposta di bollo è gratuita se si sceglie di ricevere online le comunicazioni dalla banca. Accreditando almeno 500€ mensili si otterrà uno sconto sul canone di 2€.

All’emissione è previsto un costo di 5€, o di 15€ nel caso scegliate la versione personalizzata.

Nel costo della carta non sono compresi alcuni servizi come ad esempio i bonifici, pagamento di bollettini postali e servizi di pagamento accessori.

Il massimale della carta è di 50000€ (il massimo della ricarica che si può fare sulla carta) valore davvero astronomico e forse esagerato per una carta ricaricabile: chi ha cifre simili può pensare di investirle in conti correnti o conti deposito remunerati perché, come tutte le carte ricaricabili, anche questa non offre nessun interesse.

Servizi compresi

Come detto in precedenza con la carta è possibile prelevare gratuitamente dagli sportelli del gruppo UNICREDIT ma a pagamento è possibile farlo da tutte le banche italiane, e all’estero da quelle che espongono il logo Mastercard.

E’ possibile ricaricare la carta in tutti gli sportelli del gruppo al costo di 3€ se effettuato in contanti (indipendentemente dalla cifra ricaricata) e 1€ tramite i bancomat evoluti del gruppo in completa autonomia.

Grazie a Contacless potrete pagare piccole cifre senza digitare il PIN, semplicemente avvicinando la carta al lettore.

Ricapitolando

Se avete bisogno di una carta ricaricabile per effettuare acquisti online, ricevere ed effettuare bonifici  o accreditare lo stipendio, Genius Card può essere una buona scelta considerando anche il ridotto costo.

Può risultare ottima anche per i giovani che vogliono un sostituito di un conto corrente, potendo però ricevere ed effettuare bonifici e domiciliare le utenze: perfetta per gli studenti universitari che hanno il canone mensile azzerato.

Un piccolo riepilogo dei costi:

  • Costo mensile: 3€ (Gratis per gli under 27 anni e 2€ di sconto con accredito di almeno 500€ mensili )
  • Bonifici effettuati: 2,25€ (1,75€ verso UNICREDIT )
  • Pagamento in negozi e online: Gratis
  • RID : Gratis
  • Prelievo bancomat gruppo UNICREDIT: Gratis
  • Ricarica alla sportello in contanti: 3€
  • Ricarica presso gli sportelli evoluti: 1€
  • Ricarica tramite bonifico in entrata: Gratis
  • Prelievo bancomat altre banche in euro: 2€

 

Per ulteriori informazioni su Genius Card e per richiederla, clicca qui.

Ricordiamo che è opportuno leggere attentamente i fogli illustrativi ed il contratto prima di procedere all’attivazione del prodotto. Le considerazioni fin qui fatte potrebbero non essere aggiornate.