FribbyNetwork                                     Fribby.net                                    sottocos.to                                    ContoPerConto.it                                    gat.to            

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Scarica l'App Android

Abbonati alla Newsletter

Abbonati ai Feed RSS

Conti Corrente

conti-corrente
Cosa sono i Conti Corrente e a cosa servono? Ci occuperemo proprio di questo argomento nel seguito dell’ articolo.
I conti corrente erano usati nel passato come forma di risparmio, le somme depositate venivano remunerate con un interessi, oggi invece le cose sono molto cambiate: i conti corrente sono utilizzati per lo più per ricevere ed effettuare pagamenti e per poter gestire al meglio la propria liquidità.

Ricevere o Effettuare Pagamenti

Possedendo un conto corrente potrete ricevere pagamenti, attraverso bonifici bancari diretti alla vostre coordinate IBAN, un codice alfanumerico che identifica in modo univoco il vostro contro.
L’IBAN ha sostituito l’ABI ed il CAB, diventando lo standard europeo per i bonifici, è formato da 27 caratteri alfa/numerici.
Per effettuare un bonifico bisogna conoscere unicamente l’IBAN ed il nome del beneficiario.

Puoi inoltre pagare bollette con la domiciliazione automatica RID o pagare bollette, multe e tasse tramite RAV e MAV

Per i pagamenti gli strumenti più utilizzati sono Bancomat e Carte di Credito, ma sono disponibili anche gli assegni, anche se ormai scarsamente usati.

Costi

I conti corrente possono variare notevolmente l’uno dall’altro a seconda dei costi applicati dalla banca, solitamente quelli online non hanno spese fisse mensili, ma possono averne per ricevere comunicazioni, come estratti conto o variazioni contrattuali, via posta invece di utilizzare le caselle email (questo sistema è infatti solitamente gratuito)
Ad ogni conto corrente viene applicata la relativa imposta di bollo (a meno di promozioni delle singole banche): gratuita fino a 5000€ di giacenza media annua, ed ammonta a 34,20€ per giacenze superiori.

Interessi

La maggior parte dei conti corrente non prevede l’erogazione di interessi per le somme depositate, per quei pochi che li riconoscono, sono solitamente nell’ordine di 0,5-1% lordi massimi, non risultano quindi una buona scelta per chi intende ricevere un effettivo guadagno.

Ricapitolando

Se cercate un prodotto finanziario che vi permetta di ricevere ed effettuare pagamenti, pagare utenze e tasse, con bassi costi ma che non prevedono interessi quello che state cercando è un conto corrente.

Sicurezza

La possibilità di effettuare pagamenti e bonifici espone l’utente a possibili usi fraudolenti degli stessi, per questo le banche mettono a disposizione strumenti per una protezione avanzata, come token elettronici per generazioni di password temporanee oppure carte con codici di accesso pre-caricati.
I conti corrente ricadono nella garanzia interbancaria sui conti, coprendo fino a 100.000€ per ciascuno intestatario nel caso di insolvenza della banca.